Contribuisci anche tu

Questa è una richiesta di aiuto.

Le storie una volta scritte hanno una vita loro e un loro carattere. Come i figli non vengono mai fuori come te le immaginavi, a volte diventano famosi, rendendoti fiero. Altre volte prendono strade sbagliate, pericolose e ti fanno vergognare. Storie famose del passato, create in buona fede, sono poi state interpretate a cazzo. Penso a cosa direbbe gente come Marx, o Gesù, o Che Guevara a vedere come la gente stia usando il loro messaggio.

Tutti noi, autori e lettori, tendiamo a considerare una storia finita una volta pubblicata. Può piacerci o no, possiamo amarla e criticarla, poco altro. Chi scrive vende e decide, chi legge compra e giudica (e spesso critica).

Nel Terzo Millennio, questa distinzione è ormai scomparsa, distrutta dal più potente strumento di comunicazione che l’Uomo abbia mai creato: Internet.

Siamo tutti autori e creatori, nel bene e nel male; ognuno di noi è uno scrittore, anche se solo per scrivere la lista della spesa su WhatsApp. Siamo tutti un po’ artisti, nel momento in cui decidiamo quale parte della nostra vita pubblicare.

In un mare così fluido di informazioni continuare a giudicare una storia ferma e immutabile, proprietà unica di una persona è antiquato, quasi scandaloso. Le storie possono, devono cambiare a causa dell’interpretazione di chi le legge. No?

Qui, caro lettore, entri in gioco tu.

Chiedo il tuo aiuto perché è sempre possibile migliorare una storia; è però difficile che uno scrittore qualsiasi possa migliorare la sua storia più di tanto. Serve un occhio diverso, un diverso modo di ragionare e vedere le cose. Qui servi tu.

Se hai voglia, e tempo, scrivimi pure via email o inserendo un commento in una storia. Suggerisci un diverso inizio, un miglior finale, proponi di espanderne un pezzo, o di cancellarne un altro.

Di’ che fa schifo, e dimmi anche perché. Ho tanti litigi sulle spalle e molto pelo sullo stomaco, e posso affrontare le critiche; qui sono i benvenuti anche i Troll, che sarebbero esseri fantastici della mitologia nordica, anche se oggi chiamiamo così povere anime in pena che sfogano la loro rabbia su internet, sfruttando il senso di sicurezza e anonimato garantiti dal Nuovo Mondo Virtuale.

Scrivimi pure ciò che vuoi, lo leggerò con interesse, e fammi sapere che ne pensi.

Le mie storie te ne saranno grate.

Contatti: info.elastoria@gmail.com

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: